Palazzo Tommasini Contarini Vanzetti

Palazzo Tommasini Contarini Vanzetti è situato a Verona in via Trezza 12, nella zona più incantevole dello storico e pittoresco quartiere di Veronetta, a pochi passi dal sontuoso giardino Giusti e dall’antico Ponte Pietra. La porzione di palazzo che affaccia su via Trezza risale al XV secolo e presenta una facciata in stile tardo gotico con preziosi elementi lapidei individuabili nel balcone in marmo, nella bifora sulla quale troneggia una bellissima edicola raffigurante due angeli, e nel contorno di tutti i fori ad arco inflesso.

Intorno al XVII secolo, il Palazzo viene ampliato con la costruzione di un edificio a 2 livelli con magazzini al piano terra, staccato dalla facciata gotica e forse ad uso di quello che anticamente era l’orto della proprietà.

Oggi quei magazzini sono diventati residenze, cinque introvabili abitazioni di
cui una con giardino privato, due con terrazze e due mansarde con affaccio interno

Previous slide
Next slide

Storia

Palazzo Tommasini Contarini Vanzetti è uno dei più prestigiosi esempi di Gotico Veneziano di tutto il Veneto. La sua costruzione avviene tra il XV e il XVII secolo, nel periodo della Verona Scaligera, durante il quale la città vive un implemento dell’edilizia e il passaggio dall’architettura Romanica a quella Gotica, che si impone nelle architetture religiose ma anche nell’edilizia civile, lasciandoci palazzi ancor oggi ammirati.

Il Palazzo si trova in quella che era chiamata la Contrada Levà Paradiso, oggi via Gaetano Trezza. All’epoca non esistevano i nomi delle strade e l’individuazione delle abitazioni e delle attività avveniva attraverso il quartiere, la contrada e la Parrocchia di appartenenza.

Dalla metà del XIX Secolo, il Palazzo appartiene alla famiglia Vanzetti. Nel 1912 l’edificio viene tutelato secondo la legge sulle cose d’interesse artistico e storico e trascritto nei Registri Immobiliari nel ‘54. Necessari interventi di manutenzione vengono eseguiti negli anni ‘90 dal Prof. Carlo Vanzetti e dalle sue eredi e, nel recentissimo 2021, viene portato a termine il restauro conservativo della facciata, tornata all’antico splendore.

Quelli che anticamente erano magazzini, diventano uffici o abitazioni, e vengono rese abitabili le mansarde all’ultimo piano.

Entrare nelle residenze

Attraverso il portone della magnifica facciata del Palazzo, si accede alla corte interna, da cui si può ammirare il lato nord del complesso residenziale. Un’atmosfera tranquilla e dal sapore antico ci accoglie. Davanti a noi, si nota l’ingresso della residenza al piano terra e le porzioni di affreschi delle residenze al primo piano.

Dall’arco a tutto sesto del piano terra si percorre un corridoio acciottolato che porta ai due ingressi della medesima unità, la Residenza Bellini. Si può già intravedere, sullo sfondo, l’affaccio sul giardino privato.

Sulla destra, una rampa di scale porta alle altre residenze. Al piano primo, la Residenza Mantegna e la Residenza Morone; e al secondo piano si accede alle residenze mansardate Bonsignori e Vivarini.

Il vantaggio di queste abitazioni è quello di affacciare sull’interno, come un’oasi di pace in cui rifugiarsi, a due passi dal Centro Storico eppure tranquilla e indisturbata.

Ipotesi di Progetto

Il nostro studio offre ai propri clienti idee e progetti per trasformare quelle che ora sono antiche residenze, in nuovi e moderni appartamenti. Attraverso i render, la possibilità di immaginare come sfruttare al massimo le potenzialità a cui queste abitazioni si prestano. 

L’acquisto delle residenze allo stato di fatto, lascia completa libertà al nuovo proprietario di intervenire nella ristrutturazione a proprio gusto, puntando sulla personalizzazione, la progettazione degli spazi interni e la scelta dell’arredamento.

PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO

Compila il form seguente per richiedere informazioni in anteprima sulle soluzioni abitative di Palazzo Contarini Vanzetti e rimanere informato sugli avanzamenti del progetto.